Accompagnamento alla morte

Accompagnamento Spirituale alla morte

L’esperienza premorte (NDE – near death experience) mi ha permesso di avere una relazione con l’aldilà molto chiara e tangibile.


È raro e difficile elaborare il lutto da soli perché per esprimere a pieno tutte le emozioni si ha bisogno di qualcuno che ci ascolti e ci comprenda; che ci accompagni con empatia e amore. Elaborare il lutto significa trasformare un vincolo doloroso in un’opportunità di crescita e maturazione personale.

Accompagnare spiritualmente alla morte un’Anima significa portare sicurezza e risposte, così da permettersi di uscire da un dolore che devasta e ritrovare la propria tranquillità per chi resta; e abbandonare il corpo con serenità per chi ci sta lasciando.


COME TI AIUTO


mare-passi

In questi ultimi anni parte del mio tempo ho voluto dedicarlo all’Accompagnamento Spirituale alla morte.

Ho scelto questo percorso perché ho notato che spesso al momento che un malato terminale o un anziano sono prossimi alla morte, ne nasce la paura.

Questo timore colpisce indistintamente la persona interessata, i parenti o gli amici.

Perché è quel momento dove le certezze vacillano, dove si cerca un appiglio che ci permette di continuare a credere, e soprattutto dove le persone hanno bisogno di trovare delle risposte.

La mia esperienza personale pre morte (ampiamente descritta nel mio libro Fra Cielo e Terra io nel mezzo) mi ha lasciato un grande bagaglio di conoscenza e chiarezza.

Da qui è nata la capacità sia di rassicurare chi ci sta lasciando e chi resta, sia di rispondere a qualsiasi tipologia di domanda; o semplicemente evitare che la paura dell’incognita e del futuro prenda il sopravvento.


Da soli è difficile elaborare il lutto ed è per questo motivo che ti aiuto ad esprimere a pieno tutte le tue emozioni, ti ascolto e ti comprendo.

Ti aiuto, con empatia e amore, a trasformare il lutto da un vincolo doloroso in un’opportunità di crescita e maturazione personale.


ALCUNE TESTIMONIANZE


  • Stavo vivendo un momento di paura nell’affrontare la morte di mia madre. Parlare con Katya è stato illuminante perché è riuscita a portare quella tranquillità che solo le risposte sanno dare.

    A.
  • Ho perso mia madre lo scorso anno e per me era impensabile uscire dalla sensazione di rabbia e ingiustizia. Eppure è stato sufficiente leggere il libro per accorgermi che il peso sul petto non c’era più.

    G.
  • Mio papà non voleva andarsene perché aveva troppa paura della morte. Katya l’ha aiutato attraverso un amore che mai avevo visto, e ho visto mio papà accettare con serenità il suo destino.

    F.
  • Non parlavo a mio fratello da anni. Quando lui si è ammalato di tumore non sapevo né cosa fare né come comportarmi. Katya mi ha aiutato a ricostruire il rapporto con lui, tanto da accompagnarlo fino alla fine. Grazie, perché mai mi sarei perdonato l’essergli lontano.

    P.
  • Sapere che potevo chiamarla e parlare con lei ogni volta che ne sentivo la necessità e mi assaliva la paura mi ha aiutata a non scappare dalle mie responsabilità e sono persino riuscita a sostenere la mia famiglia per la morte di mia sorella.

    M.

Ti accompagno con empatia e amore. Scrivimi e parlami di te.


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo no. di telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio